Gertrude Barrows Bennet – Il Signore Della Paura

Gertrude Barrows Bennet – Il Signore Della Paura

Ora vi racconto perché secondo me questo libro è bellissimo.
Innanzitutto la rilegatura, il pregio della carta e le illustrazioni magnifiche a cura di Sara Crotti @_saracrottiart_ con la traduzione di Andrea Comincini @cominciniandrea impreziosiscono notevolmente il volume.
Opera da collezione, e storia irresistibilmente avvincente.

🧝🏻‍♀️ Il romanzo venne pubblicato per la prima volta nel 1918 sotto pseudonimo maschile.
In realtà l’autrice era una donna, vera e propria pioniera della letteratura fantastica.
La sua stessa vita, nonché la data della sua sparizione, sembra essere avvolta nell’ambiguità così come i suoi racconti.

🧝🏻‍♀️ Il fantasy era un genere prettamente maschile ma la Bennet non si fece abbattere, perché riuscì non soltanto a rivoluzionarlo ma divenne la creatrice assoluta di una nuova categoria letteraria: il dark fantasy.

🧝🏻‍♀️ Un grande classico della letteratura fantascientifica americana, un evergreen, un testo straordinariamente attuale che coinvolge e trascina in un mondo immaginifico dove perdersi completamente oppure, perché no, dove ritrovarsi.

🧝🏻‍♀️Avventura, azione, elementi paranormali così bene incastonati ci offrono un romanzo onirico, ricco di contenuti allegorici che richiamano la weird fiction, elegantemente narrato e ora riccamente illustrato.
Una perfetta opera senza tempo.

🧝🏻‍♀️📝✏ Ed ora amici chiedo a voi: se foste una creatura fantastica quale sareste? Vi intriga questa proposta?
Per i dettagli sbirciate le stories e la pagina @blackdogedizioni