Sarah Pinborough – Insonnia

🌙 A volte i pensieri stridono tra loro. Dissonanza cognitiva.
Il passato è vivido di notte.
Fantasmi o ricordi.
Emma da qualche tempo non riesce a dormire.
Si avvicina una ricorrenza che vorrebbe dimenticare: il compimento dei suoi quarant’anni.
Alla stessa età sua madre ha smesso di dormire ed è impazzita.
Da allora i rapporti si sono irrimediabilmente incrinati al punto che alla sua famiglia, il marito e due figli, ha detto che sua mamma non c’è più.

🌙 Le manie iniziano a riempire l’oscurità.
Suo figlio disegna una donna che di notte tormenta i suoi sogni trasfigurandoli in incubi terrificanti.
Emma fa cose che non ricorda di aver fatto. Ma le ha fatte davvero? Sua sorella la attacca di continuo ma sottilmente, il marito è distante più che mai e sua figlia sembra detestarla.
Una discesa orripilante all’inferno, senza alcun appiglio.
Una nebbia di comportamenti insensati avvolge tutto. Nessun pensiero è nitido, nessuna relazione cristallina.

🌙 Emma è sola, così come era da piccola. Finché viene accusata di aver messo fine alla vita della madre che si trovava rinchiusa in un ospedale psichiatrico in fin di vita. Finché non viene accusata di aver strattonato un amico del figlio, finché le paranoie diventano più potenti della realtà.
Però qualcosa la spinge a rompere questo circolo vizioso per capire cosa sta accadendo, per evitare che ogni parte di lei si sgretoli come granelli di sabbia minuscoli, fino a divenire invisibile.

🌙 Un thriller incredibile, che si divora, una scrittura pulita e snella, che pone molteplici interrogativi durante la lettura ma il più importante di tutti resta: ma la realtà vera quindi qual è ?
Assolutamente consigliato.

Ringrazio @edizionipiemme per la copia e la fiducia.